Trekking ed itinerari nel Mugello: tra Scarperia e Castel del Rio

Se avete fatto tappa all'Autodromo del Mugello, per gli amanti del trekking, quasi un'istituzione qui, una bella escursione nella Val d'Inferno porterà in una suggestiva gola di 3 km, quasi un canyon che accompagna il corso del torrente Veccione. Se le camminate sono una delle vostre passioni, raggiungete le dantesche cascate dell'Acquacheta. Se poi gli antichi borghi ed insediamenti spopolati vi affascinano, nei pressi di Firenzuola avrete l'occasione di visitarne diversi: Brentosanico, Pratolecchio, Castiglioncello, ormai “ricolonizzati” dalla vegetazione.
Certo, da Lugo ci sono zone più vicine per passeggiate nella natura, ma queste valli valgono bene il viaggio di 90 km per raggiungerle!

Oltre il Giogo di Scarperia, si raggiunge quella che si è a lungo autodefinita come la capitale del Mugello: Scarperia (90 km da Lugo). Testimonianza delle antiche origini è il Palazzo dei Vicari, con la caratteristica facciata ricoperta dagli innumerevoli stemmi dei Vicari della Repubblica. Notevoli sono anche le opere d'arte all'interno della chiesa della Propositura dei Ss. Jacopo e Filippo, vicina al palazzo. A Scarperia si svolge la bella festa del Diotto (dì otto), con uno scenografico corteo cinquecentesco e la Mostra dei Ferri taglienti e del Ferro battuto. Nelle vicinanze si può anche visitare il monumento più insigne del Mugello, la Pieve di Sant'Agata (XI-XII sec): notevole è il fonte battesimale.

Tornando verso la pianura, valicato il Passo della Faggiola si arriva a Castel del Rio (45 km da Lugo): il borgo medievale merita ben più di una frettolosa visita, con il bel Palazzo Alidosi (XV sec), e il particolare Ponte degli Alidosi (XV sec), alla cui ombra le acque del Santerno offrono refrigerio nei mesi estivi ad abitanti e turisti. Anche qui feste medievali e Sagre di prodotti tipici (soprattutto il marrone) sono molto scenografiche e frequentate.

Archivio Guide del Territorio