Visita a Faenza e la ceramica: cosa vedere e sapere

Raggiungendo la via Emilia, da Lugo sbucherete all'altezza di Faenza (20 km da Lugo), cittadina famosa internazionalmente per le sue ceramiche, e il suo stesso nome ne è prova: Faience, infatti, è il termine con cui viene designata universalmente la maiolica. E' da visitare il museo internazionale della ceramica: nato nel 1908, in 30 saloni raccoglie collezioni dal medioevo fino all'epoca moderna.

Ma Faenza ha anche attrattive architettoniche. Il centro storico è infatti un gioiello: la bella Piazza del Popolo, fiancheggiata da porticati ottocenteschi a doppio ordine, è un modello elaborato da Leon Battista Alberti. Su Piazza della Libertà si erge il monumentale Duomo ('400-'500), la fontana monumentale e la Torre dell'orologio. Non sono da ignorare nemmeno gli splendidi palazzi sorti nelle vie principali tra il '700 e l'inizio del 1800: notevole è palazzo Milzetti, ma anche palazzo Gessi e palazzo Laderchi.

Numerose sono anche le chiese, dall'epoca romanica fino al '600. Se capitate a Faenza a fine giugno, non perdete la tradizionale giostra del palio del Niballo, che ricrea un palio rinascimentale che vede affrontarsi i 5 rioni della città.

Archivio Guide del Territorio